Attualizzazione della leggenda conosciuta, da sempre e oggi, come l’emblema della partecipazione ai processi socio-civici

Drammaturgia di Federico Malvaldi

Regia di  Carlo Scorrano

Con Francesco Pelosini, Fabio Buonocore, Veronica Rivolta, Jacopo Riccardi

Musiche Marco Zaninello

Costumi Carolina Paterni

Scenografie David Delia

Luci e musiche Attila Horvath 

La storia è cupa, è ambientata in un futuro, irreale ma non troppo, lontano, ma nontanto, possibile? Forse. A tratti vicino.
Un potere centralizzato e lontano dai cittadini si impone con forza e ingiustizia. Le persone si lamentano e si piegano passivamente, la partecipazione alla vita politica è assente. Marian è morta, Robin è abbandonato nel suo dolore, Fra Tuck è uno spacciatore, l’unico che cerca di resistere è Little John.

Ad un certo punto qualcosa accadrà… Perchè ribellarsi alle ingiustizie è giusto e perchè se vogliamo dei cambiamenti non possiamo nasconderci nel nostro giardino.

Lo spettacolo alterna una narrazione di un coro che racconta e porta avanti l’azione alle scene che avvengono all’interno di un monolocale in un quartiere marginale di
una grande città.

Binario Vivo organizza spettacoli e concerti al Teatro Nuovo il venerdì, il sabato e la domenica. 

 

ThemeREX © 2022. All rights reserved.